L’arto della guerra” racconta la storia del “Piazzatore”.

L’arto in questione è il piede, e la guerra è quella dichiarata dal protagonista nei confronti del prossimo piazzando calci nel sedere a destra e a manca, cosa che ben presto trasformerà un giovane analfabeta funzionale, disoccupato e rientrato a vivere con i genitori dopo una convivenza di due anni, nell’uomo più temuto dai felsinei, incubo delle forze dell’ordine e nemico giurato della giunta comunale. Il punto di svolta infatti è il calcio nel sedere con cui il protagonista colpisce il sindaco, così potente da fargli perdere i sensi. Da quel momento i giornali inizieranno a parlare di lui ribattezzandolo “il Piazzatore”, dandogli una grande popolarità e la consapevolezza di essere diventato un uomo nuovo, lontano da quella condizione di lassismo e fatalismo in cui aveva vissuto fino ad allora.

Presentazione de L’ARTO DELLA GUERRA con l’autore Gianluca Fortini, intervistato dallo scrittore Gianluca Morozzi.

Gianluca Fortini, nato a Bologna, dove vive, nel 1980 è al suo primo libro che ha raccolto fin da subito un buon riscontro di critica e pubblico.

Gianluca Morozzi è scrittore, musicista e conduttore radiofonico. Nato a Bologna nel 1971, pubblica il suo primo romanzo, Despero, con la casa editrice Fernandel, nel 2001. Dopo aver pubblicato, sempre con Fernandel, Luglio, agosto, settembre nero (racconti), Dieci cose che ho fatto ma non posso credere di aver fatto, però le ho fatte e Accecati dalla luce, nel 2004 pubblica con Guanda il thriller Blackout che lo fa conoscere al grande pubblico. Dopo aver pubblicato con Guanda, Fernandel, Castelvecchi e altri, nel 2018 è uscito Gli annientatori per l’editore Tea.

La presentazione avrà luogo presso Libreria Atlantide, mercoledì 18 aprile 2018, alle ore 21.00.